TEATRO DI DOCUMENTI - v. Nicola Zabaglia, 42 – Roma
tel.  06 455 485 78 – 328.8475891

EVA E LA MINESTRA DEL PARADISO
scritto e diretto da Antonella Pagano

barretta.gif
     
2023Loca5sinfoniaDautunno.png
barretta.gif












mercoledí18 novembre 2023
EVA E LA MINESTRA DEL PARADISO, scritto e diretto da Antonella Pagano.
Musiche dal vivo di Daniela Brandi e Jaquelina Barra.
Con Antonella Pagano e Vincenzo Bocciarelli
Cantanti Flavja Matmuja (soprano), Valdrin Gashi (baritono).


Come nella migliore tradizione teatrale la pièce scritta, diretta e interpretata dalla stessa Pagano, discende da un‘opera letteraria.
Parola colta e musiche inedite composte appositamente e suonate al pianoforte dalla M° Daniela Brandi con la novità assoluta dei “Paesaggi sonori” ideati e suonati dalla musicista argentina M°Jaquelina Barra – in scena anche nel ruolo di sacerdotessa.
Venceslao Storm il pluriblasonato Capocomico d‘un metaforico Teatro del Mondo affidato alla magistrale abilità di Vincenzo Bocciarelli.
La Eva della tessitura letteraria è il mistero del Principio femminile che nutre il testo e si confronta col divino Capocomico e con la Sacerdotessa.
Un mix magico in cui epica attoriale ed epica musicale si fondono nello stile proprio della Pagano che interpreta la poeta –se stessa– e il suo doppio, Olimpia No, la nobildonna-attrice che, a sua volta, ha il doppio in Paolina.
Indagine dell‘oltre per il superamento dell‘omologazione e di quel sottile nihilismo che è genitore orribile anche dell‘indifferenza.
La Poesia s‘insinua “angelicamente”, la Morale forse si occulta tra le mille foglie dei Paesaggi sonori; la Ricetta che, con intrigante presunzione, è detta del “paradiso”, effluvia insieme ai fumi e alle musiche.
“Amar la vita è follía” è l‘aria per soprano e baritono che onora il bel canto italiano e, col virtuosismo del testo, si fa colonna sonora, inno alla vita–senso di tutta la storia partorita dalla funambolica creatività della Pagano; le voci liriche sono della giovane soprano Flavja Matmuja e del giovane baritono Valdrin Gashi.
Il raffinatissimo eros che lastrica l‘intero percorso del libro e della riduzione teatrale s‘intreccia al cibo che, insospettabilmente, si fa protagonista peculiare e sorprendente, nota odorosa, gustosa e gioiosa.

ANTONELLA PAGANO, sociologa, madre, poeta, drammaturgo ed eclettico Art Director.
Critico Letterario Internazionale Aicl – Accreditata Unesco.
Innumerevoli i premi alla poesia e all‘Opera teatrale “Brigantessa dalle lunghe trecce”.
È per ben 2 annualità al “Festival dell‘Eccellenza al femminile”, in Genova, quale Ipazia contemporanea insieme alla Madrina Carla Fracci; la sua Tenda dell‘Abbraccio è il luogo simbolo che il Festival sceglie per ospitare le Poetesse dei Paesi del Mediterraneo.
Ha commentato e curato la prefazione di un gran numero di libri di prosa e di poesia ed ha presentato i massimi scrittori italiani.
Scrive il “Modello di Pedagogia dell‘Arte che passa per la Creatività e conduce alla Bellezza” cui è stato riconosciuto l‘Alto Valore Umanitario dalla Croce Rossa Italiana, l‘Alto Valore Culturale dal Ministero Beni Culturali.
Il libro “Cantò come dea” è adottato dall‘Unesco quale programma per aver colpito 2 Goal dell‘Agenda 2030 dell‘Onu.
Si fregia della Medaglia del Governo, del Premio Righetto per i valori risorgimentali e del Premio Internazionale “don Tonino Bello”.

     
barretta.gif