Teatro di Documenti

barretta.gif


TEATRO DI DOCUMENTI - v. Nicola Zabaglia, 42 – Roma
tel.  328.8475891

barretta.gif

     


FESTA DELLA POESIA 2021

La seconda edizione del concorso Premio Poesia e Teatro indetto dal Teatro di Documenti ha raccolto l‘adesione di molti poeti, un numero doppio rispetto all‘anno scorso.
Forse il segnale che in questo anno difficile che ha messo tutti noi di fronte a una realtà lontanissima da qualsiasi fantastica previsione, l‘esigenza di consegnare alla parola poetica le nostre paure e speranze, si è fatta sentire con piú veemente intensità.
Il desiderio di comunicare, cioè di mettere in comune, i propri sentimenti e pensieri è un atto di coraggio, perché il poeta espone il sé stesso piú vero e per questo piú vulnerabile.
Ai poeti tutti, va dunque il nostro ringraziamento.
E vogliamo ringraziare i giurati che con passione e competenza hanno espresso i loro pareri.

Sul nostro sito potrete leggere subito le poesie vincitrici e segnalate, in attesa di proporvele nell‘interpretazione di artisti e attori.
Viva la Poesia!

Premio Poesia e Teatro 2021

3° PREMIO

Lettera per te               Valerio Di Paolo


Un giorno, quando saremo altro,
troverai scritte queste mie parole.
Sentirai allora l‘eco della mia voce
lontana, molto lontana dalle mie mani.
In quel tempo saró solo un ricordo da limare
dentro la clessidra che si svuota,
non saró piú fuori di un sogno ad aspettarti
quando correvi da me e non finivi mai di arrivare. . .
Avrai anche tu tra le mani la certezza
che con il tempo,
da quel viaggio “eterno” chiamato amore
si torna sempre.

Saprai che, dopo aver chiuso la valigia del ritorno,
resteranno fuori i rimpianti e un pezzo di felicità;
ti guarderanno ancora trasparenti
come gli occhi dei bambini
e da quel nostro lontano saprai
che sotto un ombrello,
anche mentre pioveva,
per noi c‘era sempre il sereno.

Sarà doloroso rigirarsi insonni nei ricordi
sapendo che i sogni, anche i piú belli,
sono troppo corti e ti lasciano i piedi scoperti.
Allora sfoglierai il freddo che c‘è tra te
ed una mia vecchia foto di profilo:
sentirai l‘amaro di poter baciare
solo la stessa guancia.

Se poi di quel giorno del tuo futuro
rimarrà solo una foglia gialla attaccata al ramo,
non aspettare altri sogni, lascia fare al vento:
corri, corri da me come facevi un tempo. . .
io ti aspetteró, non so dove
ma ti aspetteró.