Teatro di Documenti

barretta.gif


TEATRO DI DOCUMENTI - v. Nicola Zabaglia, 42 – Roma
tel.  328.8475891

barretta.gif

     


FESTA DELLA POESIA 2021

La seconda edizione del concorso Premio Poesia e Teatro indetto dal Teatro di Documenti ha raccolto l‘adesione di molti poeti, un numero doppio rispetto all‘anno scorso.
Forse il segnale che in questo anno difficile che ha messo tutti noi di fronte a una realtà lontanissima da qualsiasi fantastica previsione, l‘esigenza di consegnare alla parola poetica le nostre paure e speranze, si è fatta sentire con piú veemente intensità.
Il desiderio di comunicare, cioè di mettere in comune, i propri sentimenti e pensieri è un atto di coraggio, perché il poeta espone il sé stesso piú vero e per questo piú vulnerabile.
Ai poeti tutti, va dunque il nostro ringraziamento.
E vogliamo ringraziare i giurati che con passione e competenza hanno espresso i loro pareri.

Sul nostro sito potrete leggere subito le poesie vincitrici e segnalate, in attesa di proporvele nell‘interpretazione di artisti e attori.
Viva la Poesia!

Premio Poesia e Teatro 2021

3° PREMIO

MADRETERNA               Giovanni Gentile


Madonna con capelli bianchi
e rughe intorno agli occhi.
Ti amo,
di quell‘amore smisurato
e incomprensibile
che parole non possono spiegare.
E in quel mare d‘amore
ti odio
di un odio beffardo e oscuro,
per avere la colpa di aver fatto di me
altro da me
e avermi rinfacciato per sempre la mia oscurità.
I tuoi silenzi mi spaccano le ossa
e le tue parole
mi inchiodano a quella croce
che un pomeriggio di maggio preparasti per me.
Figlio osceno dedito a ogni tipo di vizio.
Figlio fragile
come zattera di tronchi leggeri
in mezzo ai marosi dei giorni vissuti.
Figlio come cane randagio e rabbioso
pronto ad azzannare.
Figlio con una gamba sola,
figlio senza dei pezzi,
figlio annegato in cantine buie
dentro viaggi rosso vermiglio,
figlio come mosaico senza fine,
figlio che ha sempre freddo,
figlio come specchio rotto in cui ti rifletti
ma non ti vedi.
E per un solo giorno della tua vita,
figlio che vorrebbe tanto essere
solo figlio.