STAGIONE 2020/2021


TEATRO DI DOCUMENTI - v. Nicola Zabaglia, 42 – Roma
tel.  328.8475891

            “OSCAR E BOSIE”
            Lettura comparativa dei testi “De Profundis” di Oscar Wilde e “Io e Oscar Wilde” di Lord Alfred Douglas


barretta.gif

     


2020LocaOscarEBosie.jpg


sabato 10 ottobre 2020, ore 21 e domenica 11 ottobre 2020, ore 18

Con Mauro Toscanelli e Andrea Carpiceci
Testo e regia di Paolo Orlandelli
Produzione Teatro di Documenti
Con introduzione dell‘autore e con la partecipazione dell‘ editore Fabio Croce
Teatro di Documenti, via Nicola Zabaglia 42 - Roma - info 328/8475891

Iniziata come un sogno d‘amore, l‘amicizia tra Oscar Wilde e Lord Alfred Douglas si tramuta presto in una ghigliottina che recide la vita del primo e mutila quella del secondo.
Mentre Wilde, maturo per la tragedia, soccombe ai postumi del carcere, Lord Alfred rimane per sempre invischiato nelle conseguenze morali e sociali del processo che ha rovinato il suo celebre amico.
Senza Oscar, Alfred non è più in grado di determinarsi, ma il suo ruolo di vedova inconsolabile e di strenuo difensore dell‘amore uraniano viene funestato dall‘affiorare dei brani inediti del De Profundis, la lettera scritta da Wilde in prigione nella quale il famoso scrittore individua in Lord Alfred la causa della sua disgrazia.
Privato della gioia e del senso della vita, Douglas perde cosí anche la sua unica fede e si trova costretto a tentare una grottesca quanto improbabile rivincita.
Oscar e Bosie mette a confronto, alternandoli, brani del De Profundis di Oscar Wilde e dell‘autobiografia di Alfred Douglas intitolata “Io e Oscar Wilde”, scritta appositamente per controbattere le gravi accuse mosse contro di lui da Wilde in carcere.
Un duello inedito, toccante, che si avvale unicamente delle parole autentiche dei due contendenti.

PAOLO ORLANDELLI
Regista votato all‘attualità, si dedica a spettacoli di denuncia e impegno civile, quali: Processo Dell‘Utri, Storia d‘Italia dagli anni ‘70 a oggi (2015); Emanuele Scieri, Vittima della Folgore di Isabella Guarino e Corrado Scieri (2014); Davide contro Golia, Cronache del G8 di Genova (2011), di cui anche autore e interprete e che vanta il patrocinio di Amnesty International; Il Cardinal Mia Cara(2012), Vite Violate, Crimini sessuali nella Chiesa Cattolica (2009) e 04-05-‘98: Strage in Vaticano (2008), tutti di Fabio Croce.
Di teatro contemporaneo allestisce tra gli altri Una coppia aperta, anzi spalancata di Dario Fo e Franca Rame (2013), Il Letto di Giuseppe Manfridi (2010), e Antonietta Pirandello, nata Portolano di Marina Argenziano (2001).
Sul versante letterario, adatta per la scena Alexis, o della lotta vana di Marguerite Yourcenar (2014),  L‘invenzione di Morel di Adolfo Bioy Casares (2013), Una frase, un rigo appena di Manuel Puig (2009) e Regina contro Queensberry, il primo processo di Oscar Wilde(2008).
Cura e traduce Il vangelo secondo Oscar Wilde di Guillot De Saix (Stampa Alternativa, 2019), La Girandola e altri racconti (Stampa Alternativa, 2018) e Studi sulla morte (Stampa Alternativa, 2015) di Eric Stenbock, Lettere Veneziane di Frederick Rolfe (Editore Filippi di Venezia, 2012), Imputato Oscar Wilde (Stampa Alternativa, 2011), Io e Oscar Wilde di Lord Alfred Douglas (Edizioni Libreria Croce, 2008), Regina contro Queensberry, il primo processo di Oscar Wilde (Ubulibri, 2008), Sogni ad occhi aperti (Newton & Compton, 2006) e Il mio diario privato (Lindau, 2004) di Rodolfo Valentino.

Spettacoli: vimeo.com/74140176 (L‘invenzione di Morel), http://www.youtube.com/watch?v=h-w3MHr_4TI (Davide contro Golia),

Laboratorio: http://www.youtube.com/watch?v=6DkGu9VZMMg (Emanuele Scieri)



     

barretta.gif